Segni prevenibili della sofferenza

02.10.07

Segni prevenibili della sofferenza

Daniele, copy in LS&Partners, ci manda questa campagna appena sfornata per komen, organizzazione non-profit basata sul volontariato che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno.
La campagna sarà on air per tutto il mese di ottobre: in oltre 2.000 uffici postali e 220 poste shop saranno distribuiti locandine, gadget e leaflet informativi.

Crediti:
Agenzia: LS&Partners
Direzione creativa: Luisa Scarlata
Copy: Daniele Papa
Art: Simone Santese


di meghi | 09:00:00 | Permalink 18 commenti
categorie:not4biz

Indirizzo Trackback per questo post:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php/2377

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:


arnald [Visitatore] Email · http://www.diversamenteoccupati.it
Semplice ed efficace. Complimenti.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 09:07

alessandra [Visitatore] Email
faccio parte di un'associazione in sostegno del malato oncologico e questa pubblicità mi piace molto,davvero. ma il target di riferimento qual è? tutte le donne? sopra i 50 non lo capiscono...
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:05

Andrea [Visitatore] Email
Stupenda...sinceramente non l'ho capita al volo ma appena compresa ci si rende conto di come si possa parlare efficacemente di tematiche delicate con stile...una bella lezione per il nostro caro Toscani, che avrebbe sbattuto lì una bella foto di una poveretta col seno martoriato perchè forse non sa che non vi è nulla di più efficace dell'immaginazione delle persone...lasciare che ognuno si immagini cosa c'è dall'altra parte della foto risulta sicuramente più efficace perchè "commisurato" alla sensibilità di ogni singolo fruitore.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:19

Dani [Visitatore] Email
La prevenzione è consigliata a tutte. Ma soprattutto alle più giovani, che corrono di più il rischio.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:21

ilvi [Visitatore] Email
Mi sembra delicata e rispettosa, oltre che chiara ed efficace, complimenti Stefano!
Un'unica cosa che non mi torna è questa: nella body mi aspettavo di leggere un invito alla prevenzione, un'informazione su dove, come e quando fare i controlli, invece c'è un invito a contribuire alla lotta (che credo si esprima anche nella cura, oltre che nella prevenzione), posso chiederti come mai?

@ Alessandra, perché dici che le over 50 non lo capiscono? Mia madre ha 60 anni credo che la capirebbe... ma forse è la mia "vecchietta" che è troppo avanti!! :-)
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:27

ilvi [Visitatore] Email
Ops, volevo dire "complimenti Daniele", stefano non so proprio dove l'ho pescato... scusa!
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:29

ratzi [Visitatore] Email
Dire che le più giovani corrono di più il rischio mi sembra una bestemmia. Dirlo per giustificare una campagna forzata e fuori target mi sembra ancora più una bestemmia.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 10:48

Andrea [Visitatore] Email
ratzi vivi in un mondo blasfemo tu...le più giovani non sono più a rischio ma sono quelle che devono fare maggiore attenzione e maggiori controlli se vogliono individuare per tempo l'eventuale insorgere del problema. La campagna è incentrata sulla prevenzione, vuoi che parli alla 60enne che magari ha un tumore e ancora non lo sa oppure che per tutta la vita ha ignorato la questione? Per me è rivolta ai giovani ed è comprensibilissima.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 11:00

Dani [Visitatore] Email
Informati ratzi.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 11:04

alessandra [Visitatore] Email
dicevo che x me non la capiscono perché ho a che fare ogni giorno con le mie stupende signore.... persone squisite, ma che questi mex non li colgo nemmeno se glieli spieghi! :(

quindi è ufficiale ilvi, la tua mamy è proprio avanti! ;)

però x le giovani è stupenda. ancora complimenti.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 11:12

ratzi [Visitatore] Email
Dani, informati tu: l'80% dei tumori al seno colpisce le over 50.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 11:33

arnald [Visitatore] Email · http://www.diversamenteoccupati.it
Ratzi ha ragione,

il tumore al seno colpisce le donne più grandi, ma dobbiamo però fare i conti con una cosa molto molto importante. Questa pubblciità non serve solo ad aiutare le donne over 50 di oggi nella prevenzione, ma nel preparare le più giovani al futuro e ad avere un senso di prevenzione e autocontrollo non dico quaotiano ma quasi. So di molte donne di mezza età che non sono state dal ginecologo se non in caso di parto o in età avanzata solo quando hanno avuto problemi.
Per quello non servono solo campagne come queste, ma dovrebbero essere i canali (anche televisivi) ai quali si rivolgono a sensibilizzare progressivamente verso il problema in maniera sempre più incisiva/creativa. - Arnald
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 11:55

Dani [Visitatore] Email
Te l'ho detto, la campagna è per tutti.
Ma cosa c'è da capire nel fatto che una ragazza di 25 anni sottovaluta l'importanza della prevenzione? E che rischia in percentuale molto di più? Non ti pare una campagna che vuole informare chi non sa, oltre a chiedere un contributo per chi informa?
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 13:55

ratzi [Visitatore] Email
Ma tu nel visual non fai vedere la prevenzione. Fai vedere una giovane ragazza cui è stato asportato un seno. Scegli cioè un target assolutamente residuale (quante ventenni col seno asportato hai visto in vita tua?) rispetto all'età media in cui i tumori colpiscono le donne. Andava messa la foto di una cinquantenne, secondo me. Sarebbe stato più realistico. E anche il discorso della prevenzione sarebbe filato meglio (non ha prevenuto e si è ammalata).
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 14:50

Brian Habana [Visitatore] Email
Mi sono perso.
Perchè la campagna è limitata alle under 50? Forse perchè la donna è giovane? Non capisco.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 14:53

Dani [Visitatore] Email
Sono pareri.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 15:13

Rik [Visitatore] Email
Scusate ma io non avevo capito che un seno era stato asportato. Ok, sono fuori target pero' il visual non mi convince, l'head molto.
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 17:39

Flavia [Visitatore] Email · http://simplyaddicted.splinder.com
Mi piace proprio per la sottigliezza del visual.
Faccio i complimenti anche perchè per una volta non si è scaduti nella classica campagna sociale all'italiana (foto insulsa+copy piatto).
PermalinkPermalink 02.10.07 @ 17:53

Lascia un commento:


Your email address will not be displayed on this site.

Your URL will be displayed.

Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email e url)
(Permetti agli utenti di contattarti attraverso il form dei messaggi (la tua email non sarà mostrata.))
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Please enter the characters from the image above. (case insensitive)



Sitemap