L'elefante della Bacardi

23.04.07

L'elefante della Bacardi

Il gruppo Bacardi-Martini è stato accusato di maltrattamento degli animali in relazione allo spot che vedete accanto, nel quale viene utilizzato un elefante.
L'azienda ha risposto alle accuse dell' Animal Defenders International (ADI), sostenendo che l'animale è stato trattato con il dovuto riguardo e con la necessaria cautela.

A prescindere da quanto dichiarato, dubito che utilizzare un animale del genere per uno spot non sottometta il mammifero ad uno stress significativo.

via


di nyky | 15:00:00 | Permalink 5 commenti

Indirizzo Trackback per questo post:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php/1727

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:


Francesco [Visitatore]
Credo sia evidente che lo spot abbia molto lavoro di post-produzione video e che l'elefante in questione non abbia mai da sognarsi di aver camminato tra i bicchieri. Tuttavia anche se non sono stati lesi i suoi diritti, è la strumentalizzazione degli animali che nuoce, perché in questi casi ci viene proposto un loro comportamento (leggi condizionamento) che non è affatto nella loro natura. Molti lo capiscono, altri cominceranno ad addestrare il loro gatto a camminare tra i flut di cristallo tirati fuori dalla credenza... E secondo me c'è già qualcuno che sta cercando di far scoreggiare il proprio criceto... con o senza vigorsol
PermalinkPermalink 23.04.07 @ 15:12

Davide [Visitatore]
Mamma mia quanto sono daccordo con te caro francesco.
PermalinkPermalink 23.04.07 @ 17:07

mattman [Visitatore]
Quotissimo francis!!!
PermalinkPermalink 23.04.07 @ 21:07

Jcks [Visitatore]
Sincermente, non mi piace criticare pubblicità tipo questa, per il fatto che possa portare a comportamenti stupidi, nei confronti degli animali:
sia chiaro io sono contrario ad ogni tipo di comunicazione "contro gli animali".....

però se dovessimo essere realmente coerenti con noi stessi, dovremmo essere allora più severi nei confronti di quelle pubblicità che impongono degli status symbol....

perchè sopratutto da questo tipo di pubblicità, ne derivano dei comportamenti da pecoroni..... o sbaglio!

Quindi criticare una pubblicità del genere, mi sembra voler vedere solo quello che si vuole, e non quello che è la realtà.

Ciao
PermalinkPermalink 24.04.07 @ 10:44

Francesco [Visitatore]
Ma Jcks! sicuramente la pubblicità ha molte volte usato a sproposito, ed in modo più significativo dell'elefante in questione, altri soggetti che per la circostanza perdevano il naturale rispetto che si dovrebbe avere per loro! (a volte ci si può sorridere a volte meno) Quando parliamo di status symbol invece c'è il rischio che perdiamo il rispetto per noi stessi. A me pare di vederci chiaro!
ciao
PermalinkPermalink 25.04.07 @ 13:35

Lascia un commento:


Your email address will not be displayed on this site.

Your URL will be displayed.

Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email e url)
(Permetti agli utenti di contattarti attraverso il form dei messaggi (la tua email non sarà mostrata.))
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Please enter the characters from the image above. (case insensitive)



Sitemap