Dettagli del messaggio: La non originalità di VISA

26.02.07

La non originalità di VISA

Stefano ci ha inviato una segnalazione sulla campagna VISA "Ama ogni giorno".
Ecco quanto ci scrive:

Volevo segnalarvi il mio disappunto nei confronti dello spot "visa - ama ogni giorno". "I semplici piaceri della vita sono un regalo. Milioni di persone se li godono ogni giorno. Con Visa".
Ma se pago (con la carta di credito) per potermeli godere, i semplici piaceri della vita non mi sembrano questo GRAN REGALO :-(

Capisco il voler confrontarsi con Mastercard sulle "cose che non hanno prezzo", ma trovo sbagliato l'abbinamento e troppo simile il concetto.
Eppoi, una campagna azzeccatissima, che gira da anni in tutto il mondo, coniugata con molti argomenti e parodiata ovunque (a volte anche meglio dell'originale), credo sia più efficace contrastarla con argomenti completamente differenti, perché cercare di sminuirla è cosa molto difficile (anche se ci investi parecchio e chiami a farlo saatchi&saatchi).

Concordiamo con Stefano.
Una tale scelta porta l'azienda ad accodarsi al suo principale competitor; senza spiccare né distinguersi.
In particolare ci preoccupa il modo di affrontare l'argomento, dal momento che si spinge la gente a far ricorso all'indebitamento in maniera sempre più consistente. Non pagare oggi, non significa non pagare mai!

di nyky 19:00:00
Categorie: achtung!, brand-new, tendenze, forse forse,
Permalink 2 commenti

Indirizzo Trackback per questo messaggio:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php?tb_id=1414

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:

Commento di: stefano [Visitatore] · http://copyandwriter.blogspot.com/
Credo che gli spot da "ammonire" per la loro mancata originalità siano ben altri.
Permalink 27.02.07 @ 10:14
Commento di: äpple [Visitatore]
a me sembra che più che il concetto, tutto il visuale - audio è sempre la stessa minestra.
Le solite cose colorate che svolazzano o circolano per la città (ancora una volta le palline bravia, who-hooo!) e il brano musicale, che già è di una pubblicità di automobili. Ma cosa pensano che siamo, scemi?
Il punto è che la visa neanche ha bisogno di farsi pubblicità, perciò anche se il suo spot è un minestrone di altri e passa inosservato, poco male. Peggio per loro però!
Permalink 28.02.07 @ 21:43

Lascia un commento:

La tua email non comparirà nel sito.
Il tuo URL sarà visualizzato.
Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
Opzioni:
 
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email & url)



authimage

Pubblicità marketing, eventi: tutti martelli pneumatici che ci perforano il cervello. Okay, qui ci vuole Spotanatomy, il rimedio giusto contro la melassa comunicativa. Ironia in dosi massicce, indiscrezioni pepate, vetriolo per i recidivi, anticipazioni gustose. Non ha controindicazioni e può essere preso più volte al giorno.
Diventa un delatore!
Segnala la pubblicità ingannevole, quella volgare, quella stupida. Non vincerai nulla, per il momento, ma potrai avere una bella soddisfazione.
Scrivici!
I blogger editor
Magda Paolillo

Co-Editor
Gabriele Paolillo

Blogger
meghi
nyky
undermac
yoriah

designed by:
Borderzero

system by:
B2Evolution

publisher:
Luca Ajroldi
Sitemap