Che para...

13.03.07

Che para...

Torniamo a parlarvi di telefonia, per mostrarvi la strategia di comunicazione adottata dai nostri due principali operatori telefonici, in occasione dell'abolizione dei costi di ricarica.

In un tripudio di ipocrisia mediatica TIM pubblicizzava la propria trasparenza nei confronti dei clienti con quest'annuncio, ripetuto in diverse declinazioni su ben 4 pagine del corriere della sera del 7 marzo.

Dal canto suo, VODAFONE chiudeva l'edizione del medesimo giornale, con un messaggio un po' più sobrio ma non diverso in termini concettuali.

L'effetto è lo stesso che si sarebbe ottenuto se la mafia avesse acquistato una pagina di giornale dopo l'arresto di Provenzano per dichiarare: "La mafia libera la Sicilia dagli sfruttatori della povera gente!"

Va bene salire sul carro dei vincitori, ma che siano proprio gli sconfitti a farlo è davvero troppo!


di nyky | 13:00:00 | Permalink 4 commenti

Indirizzo Trackback per questo post:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php/1500

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:


Rup [Visitatore] · http://www.rupfabrica.com
Parole sacrosante
PermalinkPermalink 13.03.07 @ 13:31

Gianluca [Visitatore]
Non ho parole. Come si può pensare di pubblicizzare il fatto di aver tolto il costo di ricarica quando, quelle italiane, erano le uniche compagnie telefoniche a succhiarci 5 euro ad ogni ricarica? Della serie "ops.. vi abbiamo rubato soldi fino ad ora... però adesso siamo cambiate".. ROBA DA MATTI.
PermalinkPermalink 13.03.07 @ 14:15

ilvi [Visitatore]
E se non le obbligava Bersani, col cavolo che sarebbero cambiate!
PermalinkPermalink 13.03.07 @ 14:46

marco [Visitatore] · http://www.ilbucodentrolatesta.it
E' pazzesco.
Forse il target delle compagnie di telefonia mobile risulta suscettibile a queste manovre; direi che hanno puntato su chi non sapeva nulla del decreto (credo siano molti). Gli altri si dividono in sensibili al messaggio (noi, che ci scandalizziamo) e insensibili, ma tutti insieme continueremo a telefonare con gli stessi operatori.
PermalinkPermalink 14.03.07 @ 11:54

Lascia un commento:


Your email address will not be displayed on this site.

Your URL will be displayed.

Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email e url)
(Permetti agli utenti di contattarti attraverso il form dei messaggi (la tua email non sarà mostrata.))
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Please enter the characters from the image above. (case insensitive)



Sitemap