Dettagli del messaggio: I peggiori calabresi

26.02.07

I peggiori calabresi

La Regione Calabria rilancia la sua immagine con la campagna "Gli ultimi saranno i primi", fotografata da Oliverio Toscani e presentata venerdì scorso a Roma dal presidente Loiero e il vicepresidente Adamo della Regione.
Un lungo ed esaustivo comunicato, rilasciato dall’Ufficio Stampa della Giunta Regionale, spiega la filosofia del messaggio e le scelte di base che hanno portato alla realizzazione della campagna ... insomma una valanga di banalità (cui ormai, dopo il lancio del marchio Italia, siamo abituati) tra le quali “[...] L'immagine punta a emozionare, per superare i pregiudizi e i luoghi comuni contro i calabresi [...]" (sicuramente i genitori dei ragazzi si saranno emozionati nel vedere i propri figli sui giornali; per tutti gli altri nutro un forte dubbio!) e, per spiegare la "provocazione" di Toscani "[...] fa più rumore l'albero che cade e brucia che un'intera foresta che cresce[...]" (dimenticando di citare "non ci sono più le mezze stagioni" e "oggi la frutta è acquetta").
In particolare, mi ha colpito questa dichiarazione del presidente Loiero: "[...] Il rilancio [della Regione] dovrà avvenire con l'attuazione dei fondi strutturali, perché è vero che abbiamo limiti ma possediamo anche risorse straordinarie[...]". Ma allora perchè non impiegare i fondi dell’UE (che hanno finanziato la campagna) per incoraggiare qualche “novello Toscani calabrese” invece che affidarsi a La Sterpaia, il laboratorio creativo di Oliviero Toscani, che non ha saputo fare di meglio che scimmiottare il “Pampero: il rum più bevuto nei peggiori bar di Caracas”???

thanks to Alessandra

di meghi 15:00:00
Categorie: achtung!, 4dummies, brand-new,
Permalink 7 commenti

Indirizzo Trackback per questo messaggio:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php?tb_id=1412

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:

Commento di: Giovane calabrese [Visitatore] · http://www.regionecalabria.it
Sì, sono calabrese...utilizzo anche io la frase di Toscani per presentarmi e presentare il mio assoluto dissenso nei confronti di questa campagna. Innanzitutto "sì..." si scrive con l'accento... Resto sconcertata pensando che è così difficile trovare errori di ortografia negli slogan pubblicitari che, guarda caso, si trovano in quelli che intendono "promuovere" la calabria. Ma forse Toscani va oltre la volontà di dissipare il pregiudizio...Che sia una strategia per confermare il pregiudizio dell'ignoranza dei calabresi??Bah.. Ma andiamo avanti...Siamo i peggiori? Sicuramente dati statistici confermano una certa povertà ma allora perchè il visual rappresenta giovani sorridenti? Allora se i termini "peggiori" e "ultimi" si riferiscono alla situazione della Regione Calabria perchè non rappresentare particolari caratteristiche che confermano i dati (e che non sono assolutamente i giovani e non vi svelo cosa avrei proposto io...)? Dunque la pubblicità "parla" chiaro...quei "peggiori" e quegli "ultimi" sono proprio i giovani...Allora non ci sto assolutamente...Perchè sono i giovani? Toscani risponderebbe che è necessario rilanciare l'immagine dei calabresi (quindi l'immagine fresca dei calabresi...i giovani). è vero, l'immagine dei calabresi è intrappolata in pregiudizi che spaventano. Ma ci sono tanti modi per stravolgere il pregiudizio: non proprio rappresentando cinque giovani con magliette bianche uguali e anonime. E poi il pregiudizio...che se lo tengano gli ignoranti. Ma a parte questo, se tentiamo di renderlo nullo con uno slogan che, come Occhiuto riferisce, è ai limiti del ridicolo, non so dove arriveremo. Qualcuno potrebbe obiettare che si tratta di un messaggio ironico. Credo di no. Proviamo a soffermarci sulla frase "i peggiori? si, siamo calabresi". Fin qui...a buon interpretatore...ma se aggiungiamo "gli ultimi saranno i primi", questa ultima frase non fa che eliminare l'ironia celata nella prima, confermando che siamo i peggiori, gli ultimi ma che saremo i primi! E poi, i primi di cosa? E' così che ci presentiamo davanti all'Europa intera? Pensando di poter essere un giorno i primi, lasciando l'ultimo posto a qualcun'altro? Direi che per spirito di solidarietà potremmo restargli vicino.
Insomma ho tentato in tutti i modi di giustificare le scelte visive e lingiustiche che stanno dentro al testo pubblicitario di Toscani e non metto assolutamente in dubbio le buone intenzioni dei suoi autori...ma dal dire al fare...si è prodotto un casino...L'ultimo tentativo giustificatorio è chiedersi come la pubblicità verrà percepita dai principali destinatari (i non calabresi)...Sapete cosa penso? (ma non pretendo di aver ragione)
Penseranno "Ma questi calabresi che problemi si fanno?", in gergo giovanile "stanno male". Oppure, come già è successo, saremo presi in giro dai nostri amici del resto d'Italia (questa volta al posto di terrone ci sarà ultimo o peggiore). Grazie Regione Calabria per averci dato altri nomignoli e la prossima volta rappresentaci già al primo posto, insieme a tutti gli altri nostri coetanei europei, magari con le zeppe ai piedi non con le zappe sui piedi.
Permalink 28.02.07 @ 18:13
Commento di: äpple [Visitatore]
ma è tutta colpa dell'euro, no?
Permalink 28.02.07 @ 21:44
Commento di: Giovane calabrese [Visitatore]
non tenete in considerazione il link al sito della regione che compare sotto il mio nome...ho commesso un errore...sorry
Permalink 01.03.07 @ 00:58
Commento di: Savio [Visitatore]
Cara Lettrice Calabrese,

Belle parole ma devo dire che non sappiamo ancora se viviamo in un futuro migliore o peggiore...

Una cosa fondamentale da sapere sono i mezzi di comunicazione come giornali, televisione, POLITICI e perchè no, anche INTERNET..
Quindi tutti e sopttutto Internet sono un mezzo di comunicazione e non di informazione dove, ognuno scrive la propria opinione !
- Come me ad esempio ;-P -

Sono Calabrese anche io e preferisco essere ignorante a mio modo che farmi prendere in giro da milioni di persona.
Permalink 01.03.07 @ 12:47
Commento di: Altra giovane calabrese [Visitatore]
"Poveri e ultimi della classe"..i calabresi!..:Il signor Oliviero Toscani (non ha bisogno di presentazioni in quanto stimato Art Director), ha accettato un bel gruzzolo di soldi x trasformare la nostra immagine da "Ultimi della classe" in "Poveri sfigati senza nè arte nè parte"..complimenti!..A questo punto ritornano alla mente i comunicati stampa della Regione,all'interno del quale si afferma che questa sarebbe dovuta essere una specie di Operazione Simpatia rivolta ai non calabresi..Quindi,Regione e Art Director,chi in un modo chi in un altro, hanno ben pensato di utilizzare una terminologia come dire..piuttosto denigratoria e banale che anzichè suscitare simpatia ha suscitato solo ilarità nei non calabresi e incredulità in chi è stato chiamato in causa, i calabresi!..proprio noi..ed è questo il nocciolo della questione:..Peggiori?Inaffidabili?Malavitosi?...sarebbe questa la terminologia che dovrebbe avere funzione provocatoria?che dovrebbe dimostrare l'autoironia della Regione calabria?..allora perchè la scelta di fotografare dei ragazzi con le facce pulite, vestiti di bianco, sotto uno splendido sole?..banalizzare il banale..ecco cosa sono riusciti a fare..ma non solo; sono anche riusciti a dare un giudizio di valore sulle persone e non sulla regione..fotografare ragazzi sorridenti non corrisponde alla realtà delle cose..e non xkè non esistano ragazzi sorridenti, ma perchè quelli stessi ragazzi non si autodefinirebbero mai dei "Casi Umani" a tiratura nazionale...non si provoca giudicando una popolazione, non si provoca sostenendo che "Essere calabresi non è una colpa o un vanto"...la provocazione sta negli occhi delle persone che la vogliono vedere!..nei nostri occhi resta solo l'immagine del niente filtrata da quelle maglie bianche..Il Problema non è se Toscani possa ancora o no lavorare..è se Toscani ha il diritto o meno di giudicare la gente e non la regione(su quest'ultima sarebbe meglio stendere un velo pietoso. Sponsorizzare questa campagna significa non conoscere lo stato d'animo della gente che non ha bisogno di farsi compatire, ma ha bisogno di una Classe dirigente che spenda meglio i nostri soldi).
Permalink 02.03.07 @ 16:27
Commento di: Giovane calabrese [Visitatore] · http://www.regionecalabria.it
Il dibattito è acceso. Allora rabbrividisco al fatto che l'importante è che se ne parli, bene o male che sia. Una campagna di comunicazione sociale non può avere come obiettivo soltanto quello di attirare l'attenzione. E lo sanno bene sia i mittenti che coloro che hanno realizzato la campagna, tanto che si sono nascosti dietro il commovente obiettivo di dissipare il pregiudizio verso noi calabresi. “Dolce e Gabbana” può permettersi di provocare con la sua pubblicità che tocca l'animo delle femministe più intransigenti perché altro non fa che far parlare di sé, altro non fa che incrementare i suoi guadagni. Ma la nostra regione che cosa ha guadagnato? Qualche protesta, qualche sguardo indifferente, qualche risata. Una campagna di comunicazione sociale istituzionale, pur proponendo nuovi linguaggi, deve essere riconoscibile per i suoi cittadini e tanto responsabile da non poter dimenticare un accento. Ester
Permalink 06.03.07 @ 22:27
Commento di: Giovane calabrese [Visitatore]
Di nuovo sorry per il link che compare sotto il mio nick...
Permalink 06.03.07 @ 22:32

Lascia un commento:

La tua email non comparirà nel sito.
Il tuo URL sarà visualizzato.
Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
Opzioni:
 
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email & url)



authimage

Pubblicità marketing, eventi: tutti martelli pneumatici che ci perforano il cervello. Okay, qui ci vuole Spotanatomy, il rimedio giusto contro la melassa comunicativa. Ironia in dosi massicce, indiscrezioni pepate, vetriolo per i recidivi, anticipazioni gustose. Non ha controindicazioni e può essere preso più volte al giorno.
Diventa un delatore!
Segnala la pubblicità ingannevole, quella volgare, quella stupida. Non vincerai nulla, per il momento, ma potrai avere una bella soddisfazione.
Scrivici!
I blogger editor
Magda Paolillo

Co-Editor
Gabriele Paolillo

Blogger
meghi
nyky
undermac
yoriah

designed by:
Borderzero

system by:
B2Evolution

publisher:
Luca Ajroldi
Sitemap