A proposito di "user generated content"

27.09.06

A proposito di "user generated content"

vai ad adventureone.itReality, concorsi fotografici, trasmissioni a base di video amatoriali, siti web e chi più ne ha più ne metta, fanno leva, oggi più che mai, su quelli che sono gli utenti finali per costruire la propria "programmazione". Una tendenza inarrestabile a cui neanche Spotanatomy ha saputo resistere.
Ultimi arrivati (per ora) sono quelli del National Geographic Channel che hanno trovato il modo per conquistare i viaggiatori d'Italia: offrire loro un videoblog tramite il quale condividere le proprie esperienze e partecipare ad un concorso che mette in palio il giro del mondo e un contratto da reporter per il canale di Sky Adventure One.
Praticamente un mix di "Alle falde del kilimangiaro", "Turisti per caso" e "Paperissima" che sfrutta i nuovi mezzi di comunicazione messi a disposizione dal web per costruite il proprio palinsesto e fidelizzare il pubblico. E le sponsorizzazione non tarderanno ad arrivare.

thanks to Paolo Iabichino


di meghi | 18:00:00 | Permalink Lascia un commento

Indirizzo Trackback per questo post:

http://www.spotanatomy.info/htsrv/trackback.php/783

Commenti, Trackbacks, Pingbacks:

Niente Commenti/Trackbacks/Pingbacks per questo post ancora...

Lascia un commento:


Your email address will not be displayed on this site.

Your URL will be displayed.

Tag XHTML consentiti: <p, ul, ol, li, dl, dt, dd, address, blockquote, ins, del, span, bdo, br, em, strong, dfn, code, samp, kdb, var, cite, abbr, acronym, q, sub, sup, tt, i, b, big, small>
(Le interruzioni di linea diventano <br />)
(Imposta il cookie per nome, email e url)
(Permetti agli utenti di contattarti attraverso il form dei messaggi (la tua email non sarà mostrata.))
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots.

Please enter the characters from the image above. (case insensitive)



Sitemap